Quali sono le mani migliori per giocare a poker?

Ultimo aggiornamento il 15/02/2024.

Prima di iniziare, ti fornirò qui il link a combinazioni di poker.

Se la coppia di assi è senza dubbio la mano più forte pre-flop, le circostanze potrebbero cambiare quando vengono rivelate le prime tre carte pubbliche e la tua situazione potrebbe diventare complicata se ci sono possibilità di farlo stampe per un colore o una scala. Allora quali sono le mani migliori da giocare?

Le tre migliori mani iniziali

Le mani migliori di solito non bastano da sole, una coppia di assi ha solo l’85% di possibilità di vincere contro una mano sconosciuta e questa percentuale scende addirittura al 75% contro i connettori dello stesso seme (due carte consecutive dello stesso simbolo). Se hai diversi avversari di fronte a te sul flop, le tue possibilità di vincere il piatto macellare cadere in modo abbastanza notevole, da qui l’importanza di rilanciare pre-flop con le tue grandi mani. Potresti pensare che questo escluderà i contributi di molti giocatori dal piatto, ma è meglio vincere un piccolo piatto piuttosto che perdere fiches perché non hai escluso giocatori ampiamente passivi.

Una coppia d'assi

Anche la coppia di re è un’ottima mano, anche se vulnerabile agli assi, fai attenzione se ce n’è uno al flop, ci sono buone probabilità che anche uno dei tuoi avversari ne abbia uno e tu sarai molto indietro. In altre parole, la probabilità di ottenere un set è molto bassa. alla svolta e a Fiume. Asso-Re è spesso considerata la terza mano migliore, è meglio se entrambe le carte sono dello stesso seme in modo da poter tentare il progetto di colore. Generalmente ha una probabilità del 50% di vincere contro una coppia più bassa (ad esempio Dames Served).

Le mani migliori variano a seconda dello stile di gioco

Al di là di questi tre esempi, le mani migliori dipenderanno dai gusti e dagli stili di gioco dei giocatori. Alcuni daranno poca importanza alle loro mani e rilanceranno frequentemente non appena hanno un asso, due figure o connettori dello stesso seme, questi sono i cosiddetti giocatori loose-aggressive. Per loro quasi tutte le mani sono buone da giocare, il loro obiettivo è quello di imporre la propria superiorità al tavolo senza arrivare allo showdown.

I giocatori principianti tenderanno a farlo chiamata le puntate dei propri avversari e di partecipare a un numero molto elevato di mani (vedi errori del principiante). Per loro la gerarchia delle mani è molto limitata e pensano sempre che tutte possano essere migliorate al turn o al river, cosa che non accade spesso, vengono chiamati large-passives.

Al contrario, i giocatori tight daranno molta più importanza alle loro carte, e talvolta ne saranno soddisfatti giocare solo i migliori tre se sono fuori posizione (Asso-Re, Asso-Asso, Re-Re). Di fronte ai giocatori principianti che non conoscono il valore delle loro carte e non analizzano lo stile di gioco dei loro avversari, questa strategia può ripagare. Tuttavia, ad un livello molto alto, pochissimi giocatori hanno un gioco così serrato.

Dipende anche dalle mani migliori posizioni, ad esempio, alcuni giocatori amano giocare i connettori dello stesso seme fuori posizione (dentro o dopo i bui). Ciò consente la riproduzione lenta (o controlla il rilancio) se ottieni il tuo progetto perché i tuoi avversari ti vedranno di più con carte alte.

Nuts, la mano migliore in un dato contesto

noccioline
Infine, esiste un termine per una mano con una probabilità di vincita del 100%, ” noccioline “. Ad esempio, è il colore massimo (fino all’asso) in un progetto di colore senza possibilità di scala colore. Questa è sicuramente la situazione più piacevole in cui puoi trovarti, dovrai solo rilanciare e pagare le puntate del tuo avversario senza alcun rischio di perdere il piatto.

Continua il tuo apprendimento, torna alla sezione “Impara il poker” oppure utilizza i seguenti link di navigazione:

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]